Guida alle parole di chi ama la biancheria


7 tessuti per un comfort ideale


1. Raso di cotone
Raso o satin è un tessuto fine, lucido, uniforme, liscio, dalla mano morbida, costruito con armatura in cui i punti di legatura sono radi e largamente distribuiti così da apparire nascosti.
Nel raso di cotone il finissaggio di calandratura gli conferisce l'aspetto lucido ben noto.
Naturale e pregiato dona a tutta la biancheria letto una sensazione vellutata, sempre piacevole sulla pelle.
Inoltre, è anallergico e capace di regolare la temperatura del corpo a seconda delle stagioni, regalandovi freschezza d’estate e calore d’inverno.


2. Cotone percalle
Percalle è un tipo di tessuto ad armatura tela, di medio peso, molto fine e compatto, di mano liscia.
Realizzato con filati molto sottili di cotone pettinato; deve la caratteristica di finezza e compattezza all'alto numero di fili per centimetro.
Tutto ciò rende la mano di questo tessuto ancora più morbida ed avvolgente e ne fa uno dei prediletti per chi ama scegliere con attenzione la propria biancheria letto.
Le lenzuola sono più pregiate del puro cotone, fresche e resistenti. La loro versatilità le rende ottime per tutte le stagioni.


3. Jacquard
Punto a maglia ottenuto alternando fili di diverso colore sui telai per tessitura.
Il Jacquard ha rivoluzionato il settore tessile nel XIX secolo, consentendo la produzione di tessuti figurativi molto elaborati (tessuti operati).
Oggi è importante nell’industria tessile, poiché permette la creazione di disegni complessi che lo rendono utilizzabile per molti impieghi e innumerevoli fantasie.
Classico, di gran pregio, è molto apprezzato in toni sobri tinta su tinta. Un capo in jacquard darà al vostro letto un tocco di stile.


4. Madapolam
Termine per indicare una tela leggera di cotone, prodotta con filati fini, imbiancata e usata per la confezione di biancheria in genere.
La sua caratteristica principale è di essere compatta e liscia con lo stesso numero di fili tanto in ordito quanto in trama.
Il nome deriva da Madapollam, sobborgo in cui la Compagnia delle Indie Orientali possedeva una fabbrica che produceva tale tipo di tessuto.
Ideale per il finissaggio e la stampa, le sue qualità sono la resistenza unita alla morbidezza.


5. Flanella di cotone
Leggerezza e capacità di donare calore sono le proprietà che rendono questo tessuto uno tra i prediletti da grandi e piccoli.
Questa caratteristica è dovuta alla peluria tipica di questo tessuto, capace di trattenere l'aria, agendo da isolante termico.
Ci sarà un motivo per cui la proverbiale coperta da cui Linus non si separa è proprio di flanella.
La flanella è un tessuto di cotone trattato al finissaggio con follatura e garzatura che solleva la peluria conferendo comfort, calore e impalpabile morbidezza.


6. Puro cotone
Se preferite una superficie più uniforme, optate per il puro cotone 100%. Leggero, resistente ai lavaggi, il cotone è in grado di assorbire l’umidità e regalare freschezza nei mesi estivi e caldo benessere nella stagione fredda.
Le lenzuola in cotone sono fra le maggiormente preferite proprio per questa caratteristica e per un costo lievemente più contenuto.


7. Spugna
Spugna tinta unita in puro cotone idrofilo, con ricci lunghi e soffici per un massaggio soffice e rigenerante.
Forse non tutti sanno che nel tessuto di spugna i fili non vengono tesi ma bensì allentati.
Questo procedimento crea sulla superficie i cosiddetti ricci.
Maggiore è la loro quantità e lunghezza e maggiori sono le proprietà idrofile e la morbidezza dell'asciugamano, fino a dare vita a pregiati set da viso.

Come distinguere le lenzuola di qualità

Non vi è un singolo criterio per determinare la qualità delle lenzuola. Tra i più importanti vi è la lunghezza della fibra, da cui dipende anche lo spessore del filato: ovvero, maggiore è la lunghezza delle fibre, tanto più il filato è sottile e di qualità. Altri elementi decisivi in termini di comfort sono la lavorazione, la trama, la rifinitura finale e il numero di fili del tessuto stesso.

Numero di fili

La densità del filato è definita dal numero di fili per centimetro quadrato di tessuto. Più il numero di fili è alto, più il tessuto che si ottiene è denso, ovvero compatto, morbido e resistente. Ma attenzione, oltre al numero di fili, si deve tenere conto della qualità del filo stesso. Per un filato di alta qualità, un minor numero di fili è sufficiente per ottenere lenzuola di pregio. Ecco, in breve, le misure di riferimento:

19 fili/cm² qualità standard, per un buon filato di cotone (perlopiù puro cotone)
28 fili/cm² buona qualità (perlopiù percalle)
31 fili/cm² alta qualità (perlopiù raso di cotone)
62 fili/cm² qualità superiore

Ecolabel Percalle

La certificazione Ecolabel per lenzuola in puro cotone, in percalle e in raso garantisce: finissaggio dream che ammorbidisce il tessuto e rende resistenti i colori; assenza di elementi tossici per la pelle; rispetto delle norme etiche; controllo da esperti indipendenti. .
Classiche le sei nuance pastello.

SCOPRI GLI AMATISSIMI CAM

I nostri consigli di lavaggio:

Non riempite troppo la lavatrice. In tal modo i capi hanno più spazio, non si stirano e il lavaggio avviene con maggiore facilità e sicurezza. Girate le lenzuola al rovescio per proteggere le fibre ed evitare la formazione di pelucchi. I prodotti di qualità non necessitano di ammorbidenti. L’utilizzo potrebbe rovinare la tramatura, oltre che irritare la vostra pelle. Se possibile usate l’asciugatrice. Mettete delle palline da tennis all’interno e i vostri capi risulteranno più soffici e si stropicceranno di meno. Leggete il manuale della vostra lavatrice per assicurarvi di scegliere il programma specifico e la giusta quantità di detersivo.

La giusta cura per le vostre lenzuola

Tutti i capi di cotone sono molto versatili e facili da lavare. Per bianchi e colorati, un programma a 40° o 60° con detersivi specifici sarà sufficiente ad eliminare i germi.
In particolare, le lenzuola di flanella di cotone dovranno essere lavate al rovescio, in modo da prevenire la comparsa di pelucchi. Per quelle in raso di cotone è preferibile usare una centrifuga delicata a basse temperature (max 40°C) ed evitare di stenderle al sole, per non scolorirle.


   

SEGUICI SU:



Sfoglia online il Catalogo Biancheria Cam 2019







Fodere

Molina, Demaflex

Trapunte e Piumini

Fazzini, Gabel, Molina, Vallesusa, Zambaiti,
Isadora

Biancheria letto

Gabel, Fazzini, Zambaiti, Vallesusa, Somma

Plaid e Coperte

Campagnolo, Lane preziose, Molina